P.zza Giovanni XXIII, 2 - 22044 Inverigo (Co)

Ortodonzia

Ortodonzia significa letteralmente "denti dritti" e quindi si tratta di quella branca dell'odontoiatria che mira a prevenire, diagnosticare e correggere la posizione errata dei denti, delle mandibile e delle mascelle.

Principali Difetti Ortodontici

Se la dentatura presenta alcune delle seguenti caratteristiche, probabilmente sarà necessario un intervento ortodontico:

  •    Sovrapposizione del morso - alcune volte denominato "denti sporgenti", i denti superiori frontali sporgono troppo rispetto ai denti inferiori;
  •    Sporgenza denti Inferiori - i denti inferiori sporgono troppo o quelli superiori sono troppo rientranti;
  •    Morso incrociato - i denti superiori non combaciano con i denti inferiori nella chiusura
  •    Morso aperto - spazio tra la superficie masticatoria ei denti superiori e/o laterali nella chiusura dei denti posteriori;
  •    Linea mediana spostata - il centro dei denti superiori frontali non è in linea con quello dei denti frontali inferiori;
  •    Spazi tra denti - spazi tra i denti come risultato di uno o più denti mancanti o di denti troppo piccoli rispetto allo spazio disponibile;
  •    Affollamento - presenza di troppi denti nella cresta dentaria.

Principali Trattamenti Ortodontici

Sono possibili varie soluzioni per lo spostamento dei denti progressivo dei denti, per riqualificare i muscoli e stimolare la crescita delle mandibole. La gravità del problema determina il tipo di approccio ortodontico più efficace. Le tecniche più utilizzate a seconda della problematica sono:

  • ortodontia mobile
  •  ortodontia fissa 
  •  ortodontia Invisibile 
  •  ortodontia prepotesica
  • ortodontia per estetica
  •  byte per bruxismo (anti-digrignamento)

Ortodonzia fissa

Questo trattamento prevede l'applicazione di apparecchi fissi di varie tipolgie:

  • Apparecchi ortodontici - i più comuni, composti da fasce, fili e/o sostegni. Le fasce sono fissate intorno ai denti per ancorare l'apparecchio; i sostegni vengono collegati alla parte frontale del dente.
    I denti sono messi in tensione tramite il tiraggio dell'arco di filo. Mensilmente questi apparecchi vengono controllati e risistemati dal dentista per ottenere i risultati desiderati.
  • Apparecchi speciali fissi - sono usati per correggere l'abitudine dei bambini di succhiarsi il pollice o spingere sui denti con la lingua. Questo tipo di apparecchio è fissato ai denti con delle bande ed è particolarmente scomodo, soprattutto per mangiare.
  • Apparecchio fisso per il mantenimento di spazi tra i denti quando si perde un dente che non verrà rimpiazzato dalla crescita immediata di quello nuovo, si utilizza un apparecchio fisso per tenere aperto lo spazio che si è crato. Si collega una fascia al dente vicino allo spazio vuoto e un filo viene tirato fino al dente dall'altra parte dello spazio.

Ortodonzia Mobile

In questa altra tecnica si utilizzano, invece apparecchi mobili come:

  • Allineatore - in alternativa agli apparecchi classici per spostare i denti così come fanno gli apparecchi fissi, ma senza ponti e supporti di metallo. L'allineatore è invisibile e si toglie per mangiare, per lavarsi i denti e quando si usa il filo interdentale.
  • Apparecchio mobile per il mantenimento di spazi tra i denti, questo apparecchio ha la stessa funzione di quello fisso.
  • Apparecchi per il riposizionamento della mascella - Si possono posizionare sia sulla mascella superiore che inferiore e servono per migliorare il movimento di chiusura. Possono essere usati per curare l' articolazione temporomandibolare.
  • Espansore del palato - apparecchio usato per allargare l'arco della mascella superiore; il supporto di plastica si fissa sul palato e la pressione verso l'esterno delle viti porta ad un allargamento dell'area palatale.
  • Apparecchi mobili di mantenimento - posizionati sul palato, prevengono lo spostamento dei denti nella loro precedente posizione.

Visita ortodontica

Le visite ortodontiche che effettuiamo al Centro Medico Villa Romanò sono svolte da uno specialista in ortodonzie e hanno l'obietivo di individuare eventuali problematiche legate alla bocca, alla malocclusione, ai denti, alla deglutizione, alla forma del palato. In questa fase la visita ha una durata di circa 30 minuti.
Si ricorre, dopo una breve ispezione, ad eventuali esami specifici come l'ortopanoramica o la cefalometria. Dopo di che è possibile effettuare una stima di costi e tempi per il trattamento più idoneo.